EQUEX 2019 Comune di Borgorose (RI)

Il 29, 30 e 31Marzo 2019 presso il Comune di Borgorose in provincia di Rieti, si è svolta la prima esercitazione nazionale-regionale organizzata dall’Associazione Nazionale Carabinieri (ANC) denominata EQUEX 2019.

Tale esercitazione è consistita in una simulazione di un evento sismico che ha visto coinvolte le specialità e i mezzi di cui l’ANC è dotata. I volontari di ANC, infatti, sono formati e addestrati ad intervenire, in collaborazione con le Istituzioni, in casi di calamità naturali di qualsiasi genere. Attraverso la formazione continua e l’addestramento, i volontari acquisiscono attitudini e specializzazioni per il supporto alla popolazione, per l’assistenza sociale e sanitaria, per la ricerca e il soccorso, per la competenza nell’utilizzo dei mezzi e per la logistica necessaria ad allestire un campo di accoglienza. La realizzazione di tale rilevante esercitazione è stata condivisa dal Dipartimento di Protezione Civile che è intervenuto per certificare le attività di cinofilia e dalla Regione Lazio che ha messo a disposizione l’elicottero che ha portato in quota i cinofili e i sanitari per le attività di ricerca e recupero dei dispersi. Grazie all’esercitazione è stato quindi possibile

  • Simulare il piano di emergenza comunale del Comune di Borgorose;
  • Addestrare le linee di comando e il coordinamento tra le Istituzioni competenti e l’Associazione al fine di verificare l’efficacia delle procedure di attivazione;
  • Addestrare i volontari della logistica e le squadre specialistiche di ricerca.

L’obiettivo primario dell’esercitazione, che ha visto 253 volontari impegnati dal 29 al 31 Marzo a Borgorose (RI), è stato quello di testare il complesso sistema costituito da più soggetti competenti e con responsabilità diverse. Sono intervenuti 172 volontari provenienti da nuclei ANC della Regione Lazio, 17 unità cinofile del coordinamento Nazionale ANC, 31 specialisti cinofili e SAR, 17 cuochi e specialisti di cucina e 16 specialisti del soccorso sanitario.

Cosa succede quando avviene un evento catastrofico.

La reazione delle Istituzioni e della Protezione Civile al verificarsi di un evento catastrofico, quale può essere un terremoto come quello simulato, genera un coordinamento immediato con le associazioni di volontariato, le quali, attraverso l’organizzazione delle risorse umane e animali, mezzi sanitari, tecnici e di logistica, soccorrono le popolazioni colpite.

Obiettivi dell’esercitazione:

  • Valutare le criticità del piano di emergenza comunale;
  • Ottimizzare le procedure e l’efficacia organizzativa dell’Associazione e il coordinamento con gli Enti coinvolti nell’emergenza;
  • Migliorare l’addestramento dei volontari e verificare i mezzi e le attrezzature impiegati.

Svolgimento dell’esercitazione

Attivazione dei flussi di comando:A seguito dell’evento sismico di magnitudo 5.2, il Prefetto dopo aver contattato il Sindaco, richiede l’attivazione del sistema di protezione civile regionale attraverso la sala operativa regionale (SOR) Dopo le prime informazioni riguardanti lo stato dei luoghi e le eventuali persone coinvolte dall’evento, la medesima SOR comunica al coordinamento ANC Se.Co.V. Lazio, la richiesta di partenza immediata con squadre di scouting e primo soccorso. Si predispone, pertanto, la partenza di cinque squadre di ricerca e soccorso (SAR) e contemporaneamente viene allertata la sala operativa ANC, la quale, dietro le direttive del Dipartimento di protezione civile nazionale, dispone la partenza della colonna mobile.

Attività esercitative:

Monitoraggio e verifica dello stato attuale e contatti con le autorità locali di soccorso, assistenza alla popolazione attraverso l’allestimento di un campo di accoglienza presso lo stadio comunale di Borgorose. Attività di ricerca SAR e delle unità cinofile di superficie e molecolari in quota, con l’ausilio dell’elicottero della flotta regionale e droni in località valle di Malito. Attività di ricerca notturna SAR e cinofile in ambiente urbano, soggetto a crolli in località Corvaro.

Attività formative:

Attività formativa sul rischio sismico degli studenti del complesso scolastico di Borgorose e successiva evacuazione e accompagnamento presso il campo allestito. Formazione rivolta ai docenti e al personale ATA del complesso scolastico di Borgorose sul d.lgs. n. 81/2008 sul rischio antincendio. Corso certificato di Basic Life Support Defibrillation (BLSD) rivolto ai docenti del suddetto complesso scolastico e al personale dell’Arma dei carabinieri impiegato.

Operatività dei volontari:

Nello svolgimento dell’esercitazione sono emersi i seguenti punti di forza : 

  • la capacità operativa del settore logistica ha reso operativo in 4 ore la somministrazione di pasti e dopo ulteriori due ore il termine dell’allestimento di circa 200 posti di accoglienza nelle tende;
  • la capacità delle squadre nel prestare in modo adeguato i primi soccorsi dimostrando coordinamento e capacità nell’identificazione dei soggetti più gravi indirizzando così le squadre di soccorso sanitario, ottimizzando i tempi d’intervento;
  • il buon livello operativo raggiunto dalle squadre cinofile portate in quota dall’elicottero;
  • la precisione del sistema cartografico, di recente acquisizione; 
  • le abilità delle squadre della specializzazione SAR;
  • l’efficacia dei droni muniti di telecamere termiche che si sono rivelati particolarmente efficaci nella ricerca di dispersi, identificando l’ultimo rimasto non rilevato dalle unità cinofile;
  • la grande professionalità delle squadre sanitarie che si sono prodigate nel soccorso con 4 ambulanze e diversi operatori, in particolare il nucleo ANC Roma Litorale ed il nucleo di Vobarno (BS);
  • l’utilità e l’efficienza del software di gestione della segreteria del campo – sviluppato dal nucleo di Aquino Castrocielo – che è stato particolarmente apprezzato dai funzionari regionali, i quali ne hanno richiesto l’adozione per tutti i campi della Regione Lazio in caso di calamità.

Corre l’obbligo ringraziare le autorità e la cittadinanza del Comune di Borgorose che ha contribuito fattivamente all’ottima riuscita di tale esercitazione. Si ringrazia oltremodo il nucleo ANC di Valle del Salto  per aver fornito assistenza a tutta l’operazione.

Ufficio stampa nucleo Anc roma litorale