Roma Teatro Mongiovino:”LA PROTEZIONE CIVILE SIAMO ANCHE NOI”

DSC_0003Si è svolta, Sabato 21 Febbraio 2015 presso il teatro Mongiovino a Roma Organizzata dal raggruppamento cooordinamenti regionale del Lazio dell’Associazione Nazionale Carabinieri, Associazione Nazionale Vigili del Fuoco in Congedo, Prociv italia e Fe.P.I.Vol (Federazione Pronto Intervento del Volontariato) un’assemblea straordinaria, che ha visto coinvolti quasi 300 volontari di diverse organizzazioni di protezione civile della Regione Lazio, per ribadire l’appartenenza del volontariato al sistema integrato di protezione civile ed affrontare tematiche legate alla vita e alle condizioni degli operatori. E’ intervenuto il nuovo Direttore dell’agenzia regionale del Lazio, Dr. Gennaro Tornatore, lo stesso ha potuto verificare che le organizzazioni intevenute si sono dimostrate determinate e compatte nell’affrontare le diverse tematiche che preoccupano il mondo del volontariato.
All’ordine del giorno si sono affrontati i seguenti argomenti:

• Nuovi criteri di erogazione dei contributi regionali e trasparenza nell’erogazione
• Ruolo attivo dei volontari al sistema integrato di protezione civile
• Formazione ed addestramento
• Esercitazioni di protezione civile
• Servizio di protezione civile di Roma Capitale
Il tema che piu stava a cuore alle associazioni, e stato incentrato nel sottolineare che i futuri fondi da assegnare alle associazioni, siano destinati con maggiore trasparenza ed omogeneità, al fine di garantire la possibilità di poter acquistare mezzi ed attrezzature per affrontare le emergenze nel territorio in cui si opera.

Si è inoltre discusso sulla possibilità di ritiro e riassegnazione di beni strumentali di proprietà della Regione Lazio, dati in comodato d’uso ad alcune associazioni.

La Regione Lazio si è resa disponibile, (come già ha iniziato a fare) ad organizzare corsi di formazione rivolta ai volontari al fine di far crescere la loro professionalità. Il volontariato, se pur ben addestrato ed organizzato, ribadisce con fermezza che non intende sostituirsi al Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco nel soccorso tencnico urgente; ma intende collaborare al loro fianco laddove ve ne fosse bisogno.

Si è accennato inoltre che da “voci di corridoio” si vorrebbe istituire il gruppo Comunale di Roma Capitale. Così facendo, le associazioni che fino ad oggi hanno operato durante i grandi eventi e le emergenze che hanno colpito il territorio di Roma, hanno il timore di non essere piu impiegati. Contrari a questa cosa, il volontariato propone al Direttore dell’ufficio di Roma Capitale ed all’Assessore competente, di stipulare apposite convenzioni con le associazioni del territorio, al fine di risparmiare ingenti somme per l’acquisto di mezzi, attrezzature, dispositivi individuali di protezione, formazione, accertamenti medici e quant’altro previsto dalla vigente Legislatura, in quanto tutto ciò è già disponibile attaverso le organizzazioni che fin d’oggi hanno operato per la protezione civile capitolina. Si auspica perciò l’apertura di un tavolo con le Istituzioni per la discussione di questo argomento.
L’assemblea si conclude con la dimostrazione, che il volontariato di protezione civile è presente, motivato e compatto ed affonterà con fermezza il proprio ruolo, al fine di mettersi a disposizione delle istituzioni e del cittadino.
Ufficio comunicazioni carabinieri.net