Protezione civile: Gabrielli, e’ stata costantemente depotenziata

images(AGI) – Roma, 29 ott. – “Si e’ progressivamente messo mano a un depotenzionamento della Protezione civile” con una serie di interventi legislativi dall’approccio “ragionieristico”. Lo ha affermato Franco Gabrielli, capo del dipartimento della Protezione civile nel corso delle audizioni davanti alle commissioni Lavori pubblici e Ambiente del Senato, riguardo alla recente alluvione che ha colpito la Liguria e i territori di Parma e Grosseto. “Non sono Ponzio Pilato – ha ribadito -.
Io applico le leggi che fate voi. Se vogliamo cambiare le regole del gioco, sono pienamente d’accordo. Ma in democrazia il Parlamento fa le leggi e noi funzionari le applichiamo. Oggi ci avete dato un tir con un motore di una cinquecento, se ci aiutate ad aumentare la carburazione, possiamo farla funzionare meglio”.
“Spesso si dice che si spende piu’ per l’emergenza che per la prevenzione. Ma non e’ assolutamente vero. Di fatto si e’ riequilibrata la situazione: non si spende per la prevenzione e non si spende per l’emergenza. Ormai da anni – ha continuato Gabrielli – i cittadini che patiscono un evento calamitoso, non solo non hanno visto il becco di un quattrino, ma non hanno la benche’ minima certezza di quel che accadra’ in futuro. E dover dire questo quando incontro cittadini e amministratori locali e’ l’amarezza piu’ grande”. (AGI) Eli .