Esercitazione Polaris 2013 search & rescue

Si e’ conclusa nella giornata di ieri 3 Febbraio a Monte San Giovanni Campano, in provincia di Frosinone, l’esercitazione dei volontari di protezione civile dell’associazione nazionale carabinieri denominata “Polaris 2013”. Ad organizzare la prova e’ stato il nucleo 99° di Ceprano presieduto da Fortunato Bottoni. L’obiettivo dell’esercitazione “la quale ha avuto un ottimo risultato, dice Bottoni” e’ stato quello di perfezionare l’addestramento dei volontari nelle situazioni piu difficili che si possono incontrare nelle emergenze, dalla ricerca di persone disperse al  recupero di eventuali feriti, nei posti meno facili da raggiungere dai mezzi di soccorso. Questo e’ stato possibile anche alla collaborazione delle squadre di quad del gruppo Mondoquad. Hanno partecipato alla prova piu di 60 volontari appartenenti a diverse associazioni tra cui i nuclei dell’associazione nazionale carabinieri di Monte San Giovanni Campano-Falvaterra il 116° Nucleo Roma Litorale per il soccorso sanitario, Mondoquad e la Misericordia di Monte San Giovanni.

Nelle prove, oltre alla ricerca, recupero e salvataggio di feriti, anche quelle delle telecomunicazioni, e’ stato allestito infatti, un ponte radio ed una centrale operativa coordinata dal responsabile telecomunicazioni del nucleo 116° Roma Litorale, Maurizio Pitti  “lo scopo del ponte radio dice Pitti” e’ stato quello di poter coprire tutta la zona che riguardava l’esercitazione, e’ stato montato presso il convento dei Padri Cappuccini, un punto strategico per le comunicazioni radio dei soccorritori.

Molto utile con un risultato eccellente, e’ stato il supporto delle squadre di mondoquad. Le squadre composte da  gruppi di 6/7 quad, partivano armati di bussole, carteggio della zona e  gps, le quali  raggiunto il target previsto, e dopo aver ritrovato i feriti (Persone figuranti), comunicavano alla centrale operativa la posizione e il tipo di problema riscontrato, cosicché la centrale operativa allertasse le ambulanze della misericordia e del 116° nucleo per il recupero dei figuranti che successivamente venivano trasportati nel PMA (Posto Medico Avanzato) allestito nel piazzale del convento.

PMA è l’acronimo di Posto Medico Avanzato una tenda pneumatica a rapido gonfiaggio e un ambulatorio mobile.Consiste in strutture mobili che hanno lo scopo di raggiungere in tempi estremamente brevi la zona di un disastro che potenzialmente abbia coinvolto un elevato numero di persone (incidenti stradali, crolli, terremoti,emergenze di grandi eventi).Lo scopo è quello di non inviare subito i pazienti all’ospedale, ma valutarli e stabilizzarli nei pressi del disastro per poi poter inviarli nell’ospedale più idoneo senza ingolfare quello più vicino,cercando di trattare direttamente i pazienti meno gravi sul posto per lo stesso scopo.

Il Presidente del nucleo 116° Roma Litorale Enrico Lorenzetti responsabile operativo dei soccorsi sanitari, si e’ detto soddisfatto del risultato ottenuto, date anche le avverse condizioni meteorologiche, ma questo ha solo rafforzato la professionalità e la voglia di fare dei volontari coinvolti nell’esercitazione perche, continua Lorenzetti, in qualsiasi momento e in qualsiasi situazione noi dobbiamo essere pronti ad intervenire e  supportare la popolazione colpita dando il nostro aiuto.

Il tutto si e’ svolto senza il coinvolgimento della popolazione per questo c’e’ stata la supervisione del comando di polizia locale.

Durante l’esercitazione e’ stato testato l’impiego di un esacottero telecomandato, dice Giovanni Gasparri capo campo dell’esercitazione, l’esacottero e’ dotato di telecamera per riprese dall’alto per una migliore valutazione dell’emergenza che si va’ ad affrontare.

Fortunato Bottoni spiega, l’esercitazione di ieri e’ stata la fase conclusiva di un addestramento durato diverse settimane e che ha coinvolto le nuove reclute quaddiste. Siamo riusciti ad unire la nostra esercitazione con quella delle ambulanze della Misericordia e siamo rimasti soddisfatti del risultato pronti ad operare per qualsiasi emergenza.

Ufficio stampa 116° Nucleo P.C. “Roma Litorale”