Canale dei pescatori, l’ordinanza della Capitaneria di Porto è stata rispettata

Ostia – Il 7 dicembre la Capitaneria di Porto di Fiumicino per mano del Maresciallo Adolfo Esposito,  Comandante della Delegazione spiagge Ostia, ha affisso lungo la sponda del canale dei pescatori l’ordinanza prescritta nel 1981, “Banchina riservata alle unità da pesca professionale” che impone ai diportisti del canale di rimuovere le proprie barche in quanto non abilitate alla pesca professionale.
Scaduti i 30 giorni concessi dalla Capitaneria, le barche dei diportisti sono state spostate e ad oggi ai moli del canale, nel tratto compreso tra la foce e il ponte della ferrovia, sono attraccate solo barche con regolare permesso di pesca nel litorale.
Grande soddisfazione per i pescatori che finalmente oggi tornano ad essere gli unici “inquilini” del canale: “Noi pescatori siamo assolutamente contenti e soddisfatti dell’ordinanza. Tutte le barche dei diportisti sono state rimosse e al momento noi pescatori siamo riusciti a riappropriarci del nostro canale” ha dichiarato Ubaldo Ranucci, presidente Associazione Quelli del canale.
Ma quello che preoccupa di più non è lo spazio che i pescatori hanno ora a disposizione nel canale ma l’impossibilità di uscirne a causa del continuo insabbiamento .
“Il canale continua ad insabbiarsi. Siamo preoccupati perché non riusciamo ad uscire per pescare. Il nostro lavoro continua ad essere a rischio. ” Ha concluso Ubaldo.

Fonte notizia Ostiatv.it