Calicchio e Califano: “Furti con scasso sul lungomare di Fiumicino: è emergenza”

Fiumicino – “Almeno quattro o cinque al giorno. L’aumento dei furti con scasso sul lungomare della Salute a Fiumicino è ormai a livelli di guardia e rischia di mandare a gambe all’aria una grossa fetta della nostra economia. I corpi di polizia e carabinieri sono sempre più esigui. I vigili urbani introvabili. Venti agenti hanno preferito andarsene a Roma. E mentre l’amministrazione comunale continua a propinarci le solite promesse, la sicurezza è allo sbando e i delinquenti agiscono anche alla luce del sole.”

Lo dichiarano i consiglieri del Partito democratico del comune di Fiumicino Michela Califano e Paolo Calicchio. “Venerdì scorso in pieno giorno, intorno alle 15 davanti al ristorante Amelindo, una macchina è stata depredata. Computer, valigetta 24 ore e chissà cos’altro. Domenica invece è toccato a un gruppo di turisti stranieri: macchinetta fotografica, telecamera, soldi: un bottino di cinque mila euro. E l’amministrazione cosa fa? Ci spaccia l’assunzione di 42 vigili urbani come la panacea di tutti i mali. Stabilizzare giovani del territorio va benissimo. Ma perché invece di spendere 200mila euro all’anno per assumere a tempo indeterminato un dirigente portando a 9 il conto di queste figure contro 8 assessori a partire dal 2013, non si assumono 3 agenti in più?”.

“La verità è un’altra: la sicurezza a Fiumicino è una chimera. A questa maggioranza non importa nulla di quella fantomatica qualità della vita di cui si riempie tanto la bocca. Le promesse del sindaco di incrementare gli organici di polizia e carabinieri sono rimaste uno slogan elettorale, una frottola come ne ha raccontate a migliaia in questi dieci anni. E intanto i ristoranti si svuotano sempre di più. Chi vorrà più venire a mangiare a Fiumicino se la sorpresa dopo il pranzo o la cena è la macchina distrutta e depredata?”, dichiarano i due esponenti dell’opposizione.

Fonte notizia Ostiatv.it