Pullman di ex carabinieri esce di strada sull’A13, il bilancio e’ di 5 morti

Il mezzo proveniva da Aprilia (Latina) e stava trasportando un gruppo di ex-militari al XXII raduno dell’Associazione Nazionale Carabinieri in programma a Jesolo, nel Veneziano

Sono 5 le persone morte e numerose altre sono rimaste ferite nell’uscita autonoma di un pullman sulla tangenziale che collega l’autostrada A13 Padova-Bologna con l’A4, nel tratto fra il Comune di Legnaro e quello di Ponte San Nicolò (Padova). I soccorritori hanno già estratto i corpi delle 5 vittime. Dalle prime informazioni dei vigili del fuoco il pullman, con a bordo oltre 23 persone, è ruzzolato nella scarpata per una cinquantina di metri prima di fermarsi su un fianco, lungo l’argine di un canale di scolo. L’incidente è avvenuto poco dopo le 8. Secondo quanto si è appreso, il mezzo, che pare provenisse da Aprilia (Latina) stava iniziando la salita di un cavalcavia quando ha deviato improvvisamente percorso, per cause in corso di accertamento, sfondando le barre di protezione e rotolando giù per la scarpata.

Nel pullman c’erano 23 persone. Sull’autostrada c’è un via vai di mezzi della polizia stradale e di soccorso che stanno trasferendo i feriti agli ospedali di Piove di Sacco, Padova, Monselice e Abano Terme. Dieci le ambulanze, tre gli elisoccorsi. Nel frattempo l’autostrada è stata chiusa nel tratto Abano Terme-Padova Sud. Numerosi i feriti. Sul mezzo c’erano ex carabinieri e loro familiari che stavano andando a Jesolo per partecipare al XXII raduno nazionale, dell’Associazione Nazionale Carabinieri. Sul posto anche i sommozzatori dei vigili del fuoco per controllare il canaletto d’acqua per verificare che non vi fossero altre persone rimaste bloccate nella parte sommersa del pullman.

Sull’A13 Bologna-Padova, all’altezza del km 109, è stato chiuso il tratto tra l’allacciamento con la Diramazione Padova Sud e Padova Zona Industriale in direzione Nord (Ansa)