IL VOLONTARIATO,GENTE PER LA GENTE

L’ITALIA, UN GRANDE PAESE, UN PAESE CHE SPESSO PERO’ SI PERDE IN UN BICCHIERE D’ACQUA, IN QUESTI ULTIMI ANNI L’ITALIA E’ STATA TRAVOLTA DA EVENTI METEOROLOGICI PARTICOLARI DAL FREDDO,GELO E NEVE  TANTO DA DOVER CREARE UNO STATO DI EMERGENZA, ALLE NAVI CHE SPRONANO SCOGLI,ALLUVIONI DI UNA TALE PORTATA DA SPAZZARE VIA PAESI INTERI, DA  TERREMOTI COME QUELLO DELL’AQUILA DEL 2009, TERREMOTI  CHE HANNO SOLO ALLARMATO LA  POPOLAZIONE UN PO’( GRAZIE O FORSE PURTROPPO ) DAI MEDIA CHE SPESSO CERCANO LA NOTIZIA A QUALUNQUE COSTO PURCHE SE NE PARLI, UN PO’ ANCHE DAI  NUOVI MEZZI DI COMUNICAZIONE TIPO FACEBOOK, TWITTER O ALTRI SOCIAL NETWORK CHE DANNO NOTIZIE IN TEMPO REALE.
IL NOSTRO BEL PAESE PURTROPPO, A TITOLO D’ ISTITUZIONI, SPESSO SI TROVA IMPREPARATO E NON SA’ AFFRONTARE TUTTI QUESTI EVENTI, LA SOLUZIONE  ORMAI DA ANNI, E’ IL VOLONTARIO, PERSONE PRONTE A PARTIRE E DEDICARE IL LORO TEMPO PER GLI ALTRI, GENTE CHE NON PRETENDE RICOMPENSA, GENTE CHE IN SILENZIO, CERCA IN QUALSIASI MODO DI POTER AIUTARE ALTRI SIMILI CON PROBLEMI REALI, TUTTO QUESTO SPESSO VIENE RICOMPENSATO CON UN GRAZIE E QUEL GRAZIE BASTA PER DIRE “OGGI MI  SONO RESO UTILE”,L’UMILTA INNANZI TUTTO E L’UMILTA’ E’ UN VALORE CHE PURTROPPO SI STA PERDENDO,UN VALORE CHE PERO’ SI PUO TROVARE ANCORA IN UN VOLONTARIO,  CHI SCRIVE E’ UN VOLONTARIO E POSSO ASSICURARE CHE QUANDO FAI DEL BENE DISINTERESSATO DENTRO SI CREA UNO STATO D’ANIMO SENZA EGUALI, POTREBBE ESSERE PARAGONATO ALLA GIOIA DELLA NASCITA DI UN FIGLIO.
ASCOLTANDO LA RADIO RICETRASMITTENTE IN DOTAZIONE, SUL CANALE DELLA SALA OPERATIVA REGIONALE LAZIALE, AL QUALE VA’ UN PLAUSO ANCHE A LORO PER TUTTO CIO’ CHE AFFRONTANO QUOTIDIANAMENTE, SI ASCOLTANO VOCI STANCHE VOCI CHE  COMUNQUE ANCHE SE DISTRUTTE DALLO SPALARE NEVE E LIBERARE LE ZONE INNEVATE, DANNO  LA LORO DISPONIBILITA’ PER LA GIORNATA SUCCESSIVA, E COSI TUTTI I GIORNI FINCHE NON FINISCE L’EMERGENZA. QUESTO E’ IL VOLONTARIO QUESTO E’ IL POPOLO SILENZIOSO.
LA MACCHINA DEL VOLONTARIATO CONTA PIU  826MILA OPERATORI IN ITALIA A TUTTO IL 2010 E IN QUESTI GIORNI DI GELO E NEVE I VOLONTARI HANNO FATTO SI CHE MOLTE PERSONE CHE ERANO RIMASTE INTRAPPOLATE NELLE LORO CASE, SPECIALMENTE NELLE ZONE PIU COLPITE TRA MARCHE E ABRUZZO ED EMILIA,NEL CESENATICO, POTESSERO AVERE CIBO E ASSISTENZA SANITARIA. PURTROPPO, ANCHE SE CON IL MASSIMO DEI LORO SFORZI, I MEZZI A DISPOSIZIONE AVVOLTE NON BASTANO,  LE SOVVENZIONI PER TENERE IN PIEDI LE VARIE ASSOCIAZIONI NON DANNO LA POSSIBILITA’ DI ACQUISTARE MEZZI SPECIFICI. MA FORTUNATAMENTE SPESSO VENGONO SUPPORTATI DELLA FORZE DELL’ORDINE E VICEVERSA, PERCHE  IN QUESTE SITUAZIONI IL VOLONTARIO DI PROTEZIONE CIVILE VIENE AIUTATO ED  AIUTA ANCHE CHI DEVE AIUTARE.
CHIUNQUE CREDA DI AVERE  UN VUOTO NELLA PROPRIA VITA PROVI A DEDICARE DEL TEMPO AL VOLONTARIATO VERRA’ SICURAMENTE RIPAGATO CON LA VOGLIA DI VIVERE,PERCHE IL VOLONTARIATO E’ VIVO.
Di Mauro Calogero