Ostia, più di 20mila persone per le tre serate della festa di Sant’Agostino

Sono state più di 20mila le  persone che hanno  assistito con entusiasmo alle  tre serate canore per la festa di Sant’Agostino e Santa Monica, la prima serata e’ stata dedicata alla finale del  festival della canzone di Ostia  dove hanno partecipato 16 giovani cantanti dal futuro promettente.

La seconda serata ha visto protagonista sul palco Giusy Ferreri che con il suo repertorio  ha creato un’atmosfera nella piazza dove giovani fan e non  più giovani, sono stati coinvolti in un ottimo spettacolo ed una buona musica.

La terza serata, quella conclusiva, uno spensierato e coinvolgente Marco Masini ha fatto si che i festeggiamenti si chiudessero nel migliore dei modi con uno spettacolo finale pirotecnico durato circa 20 minuti. E’ stato presente per tutto lo spettacolo in questa ultima serata, anche il Sindaco Alemanno che ha ringraziato gli artisti per la loro partecipazione e fatto i complimenti agli organizzatori della festa. Il Presidente dell’Associazione culturale Ostia incontro, Maurizio Franco, che in collaborazione con l’associazione Ostia in musica, ha organizzato la manifestazione, si è dichiarato onorato “di aver avuto ancora una volta l’opportunità di mettere a punto una iniziativa che quest’anno ha richiesto particolare impegno e che si è riusciti ad approntare grazie al sostegno degli sponsor” e del patrocinio del XIII Municipio  rappresentato dall’Assessore Amerigo Olive “Al Sindaco va il mio personale ringraziamento- ha concluso Amerigo Olive, che ha assistito alla serata- ogni anno non manca a questo appuntamento così importante per i residenti del XIII Municipio”.

Anche se tutto e’ andato bene riguardo allo spettacolo, dei piccoli interventi medico sanitari sono stati necessari, tanta era la folla in piazza. Grazie alla presenza dell’Associazione Nazionale Carabinieri “Nucleo 116° Roma Litorale” infatti e’ stato possibile soccorrere delle persone in difficoltà, è stata anche  trasportata in ambulanza una signora anziana  che inciampando ha battuto la testa   dove e’ stata necessaria una accurata medicazione in ospedale. L’A.N.C. ha messo a disposizione 15 operatori per sera, un’ambulanza, un’auto medica con medico ed infermieri a bordo,  e operatori addetti all’antincendio che vigilavano dietro e sotto il palco affinché non ci fossero incidenti e che tutto procedesse nel migliore dei modi, sono stati effettuati per la serata di Venerdì  2 soccorsi con trasporto in ospedale  e tra Sabato e Domenica 4 soccorsi sul posto.

Alla fine per lo spettacolo pirotecnico gli operatori che erano in assistenza agli artificieri sono dovuti intervenire su un mucchio di sterpaglia che aveva preso fuoco per una caduta dei fuochi sparati.

Il video dei fuochi